Azienda

Storia Aziendale

Lamp ha sempre saputo accompagnare le grandi evoluzioni del mercato investendo tempo e risorse finanziarie nell’aggiornamento tecnologico e professionale, rispondendo ai principi di G.M.P , con apparati specializzati e all’avanguardia.

  • Nel 1955 nasce a Carpi (Mo) la società VI.MA , fondata da Vincenzi Giuseppe e Mai Sergio, con lo scopo di fabbricare involucri in materiale plastico per il confezionamento di prodotti farmaceutici;
  • Sin dagli anni sessanta Lamp ha curato con particolare attenzione l’intervento nel settore farmaceutico arrivando ad occupare in Italia una posizione di market leader;
  • Nel 1963 l’attività produttiva dei contenitori primari farmaceutici (alluminio stampato per blister e involucri termoformati per supposte) viene trasferita da Carpi a San Prospero. Adottando così la ragione sociale Lamp San Prospero S.p.A. ;
  • Il Decreto Autorizzativo del Ministero della Sanità nel 1972 rende ufficiale l’attivazione dell’Officina Farmaceutica per le operazioni di confezionamento conto terzi di blister per prodotti solidi orali e supposte a seguito del grande sviluppo dell’azienda sul mercato e dell’esperienza vissuta;
  • Nel 1979 l’Autorizzazione Ministeriale viene estesa alle operazioni di confezionamento di polveri e granulati in bustine;
  • Nel 1996 l’azienda cresce ulteriormente e installa il primo miscelatore per polveri e ottenendo l’autorizzazione a produrre specialità nella forma di miscele e polveri;
  • Nel 1998 viene assegnato a Lamp San Prospero l’Oscar dell’imballaggio per un sistema di confezionamento di sciroppi, e altri liquidi a uso orale, in una confezione somministrabile in monodose;
  • Nel 2002 viene installato il primo granulatore a letto fluido ottenendo l’autorizzazione alla produzione di granulati, compresse e capsule;
  • Il 2011 è un anno molto importante per l’azienda che viene autorizzata alle produzioni per Studi Clinici;
  • Negli anni successivi Lamp implementa il sistema gestionale ERP di SAP a tutte le attività dell’Officina Farmaceutica e introduce un nuovo magazzino gestito da un WMS (Warehouse Manging System) collegato a SAP che si serve di carrelli LGV laser guidati.